Vestirsi bene in inverno: consigli contro il gelo

Materiali adatti per l’inverno

Soprattutto, i moderni tessuti funzionali hanno la meglio qui con una serie di vantaggi. Sono traspiranti, allontanano efficacemente il sudore corporeo in modo che la pelle rimanga sempre bella e asciutta e di solito siano leggeri. Processi e materiali speciali di tessitura o lavorazione a maglia creano minuscole camere d’aria particolarmente adatte a mantenere caldo il corpo.

Le giacche realizzate con materiali Tex sono antivento e impermeabili, ma traspiranti. Inoltre, hanno un peso relativamente basso e sono molto facili da curare.

tessuto in pile è noto principalmente per le sue proprietà riscaldanti ed è utilizzato principalmente per i capispalla. Tuttavia, il tessuto è recentemente caduto in discredito, perché durante il lavaggio i vestiti perdono molte delle fibre più piccole, che inquinano gli oceani come microplastiche.

Vari tessuti naturali può rappresentare una valida alternativa:

  • lana vergine può da un lato assorbire e immagazzinare molta umidità all’interno della fibra, dall’altro la superficie è dotata di un sottile strato di grasso, che respinge naturalmente l’umidità. I tessuti in lana possono quindi assorbire circa un terzo di umidità in più rispetto a quelli in cotone e senza sentirsi umidi. Un altro vantaggio: le fibre sono repellenti allo sporco e non assorbono quasi nessun odore.

Il materiale è quindi particolarmente adatto per biancheria intima calda o un maglione accogliente. Particolarmente fini sono le fibre di pecora merino, capra angora (mohair) o alpaca. Grazie alla crimpatura fine, possono immagazzinare il calore ancora meglio e non graffiare la pelle.

  • seta ha inoltre un’elevata capacità isolante ed è allo stesso tempo leggera come una piuma. Grazie alla sua superficie liscia garantisce un comfort particolarmente elevato. La seta viene spesso combinata con la lana per riscaldare i tessuti invernali al fine di sfruttare le proprietà di entrambe le fibre e ottenere una sensazione ottimale sulla pelle.

la lana passa infeltrimento ancora più denso e quindi ancora più idrorepellente. Anche le giacche in tessuto di cotone stanno diventando comuni impregnato di ceraper renderli resistenti alle intemperie.

Usa il principio della cipolla

Per l’inverno, il cosiddetto principio della cipolla si è dimostrato valido. Indossare diversi strati sottili di vestiti ti tiene al caldo. Puoi anche adattare il tuo abbigliamento in modo molto flessibile alla rispettiva situazione (temperatura). Ciascuno dei singoli strati ha una funzione molto speciale:

livello base:

Questo è il primo strato che ha un contatto diretto con la pelle. I materiali traspiranti, che sono anche bravi a trasportare l’umidità all’esterno, sono importanti qui. Lo strato dovrebbe quindi essere il più vicino possibile al corpo per uno scambio ottimale. Il cotone è meno adatto. Invece, vari tessuti funzionali in fibre sintetiche o lana possono davvero mostrare i loro vantaggi qui.

strato termico:

Lo strato successivo ha il compito di proteggere il tuo corpo dal freddo. I materiali con piccole camere d’aria immagazzinano il calore corporeo naturale e agiscono come un cuscino isolante. Un maglione in maglia di lana o una giacca in pile funzionano bene per questo. Se ne hai bisogno un po’ più caldo, puoi anche indossare più di un solo strato per lo strato termico.

classe superiore:

Lo strato più esterno ti protegge dagli agenti atmosferici diretti come vento o umidità dall’esterno. Alcune giacche sono anche foderate, ad esempio con imbottitura in piumino o poliestere, e forniscono ulteriore calore. Le giacche soft o hard shell sono principalmente antivento e impermeabili. Se gli strati inferiori ti tengono già abbastanza caldo, di solito è sufficiente una sottile giacca softshell come strato più esterno. Un taglio generoso fornisce un ulteriore strato d’aria in cui può essere immagazzinato il calore corporeo. È importante utilizzare materiali traspiranti in modo che l’umidità possa essere efficacemente trasportata all’esterno. Altrimenti inizierai a congelare in un attimo se hai vestiti umidi.

I requisiti di base

Persino guanti o Cap perdono le loro proprietà riscaldanti quando sono bagnati. In caso di forte pioggia o neve, può quindi avere senso portare con sé un paio di guanti in più o un cappello di scorta, oppure utilizzare anche qui materiali impermeabili.

Per mantenere i piedi al caldo sono adatti in inverno calzini e particolarmente bene le calze di lana. Con stivali caldi e foderati, sudiamo rapidamente in piedi. La lana quindi si sente molto più a suo agio sulla pelle. calzini e collant dovrebbe anche consentire una buona circolazione sanguigna. Esistono anche vari modi per stimolare la circolazione sanguigna e garantire così piedi caldi. Anche la scelta delle scarpe giuste gioca un ruolo. Anche qui i materiali traspiranti favoriscono lo scambio di umidità e mantengono i piedi asciutti e caldi.

La biancheria intima speciale per l’inverno è ulteriormente rinforzata in alcune aree. Mutande lunghe o collant scaldano particolarmente bene i glutei. Oppure le parti superiori isolano efficacemente la schiena intorno ai reni dal freddo. In alternativa, ci sono schienali separati o scalda reni che puoi indossare in aggiunta.

Il tuo merita un’attenzione speciale zona del collo. Molte persone trovano rapidamente scomoda l’aria fresca sul collo e afferrano naturalmente uno scialle o una sciarpa avvolgenti. All’esterno, puoi semplicemente sollevarli un po’ più in alto per proteggere bocca e naso. Un maglione o un top con un dolcevita può anche aiutare qui e mantenere caldo il collo sensibile.

Adatto per ogni occasione

Sorge ancora la domanda: che aspetto ha un abbigliamento invernale adeguato che soddisfi il bisogno di protezione del corpo e allo stesso tempo possa essere indossato nella rispettiva situazione? La buona notizia per cominciare: i vestiti caldi possono essere comodi ed eleganti allo stesso tempo. Anche in questa stagione ci sono molti capi trendy con cui non devi nasconderti dalla polizia della moda, anzi: giacche calde e comode e maglioni in felpa di peluche sono trendy. Con la finta pelliccia al posto della pelliccia non devi avere la coscienza a posto. Inoltre, il look a strati viene ora reinterpretato, con giacche di diverse lunghezze che possono essere indossate anche una sopra l’altra.

Dovresti sempre osservare le regole di base che abbiamo spiegato sopra, altrimenti quello che può essere considerato un abbigliamento adeguato dipende interamente dall’occasione e dall’occasione.

Vestito adeguatamente per l’ufficio

L’aspetto a strati si rivela particolarmente pratico qui. Chi lavora in un ufficio spesso deve rispettare determinate regole di stile o un codice di abbigliamento specifico. Il problema: inizialmente l’abbigliamento dovrebbe proteggerti dal clima invernale e dalle temperature gelide all’esterno. Ma spesso fa molto caldo dentro. Puoi aggiungere livelli aggiuntivi con il principio della cipolla quindi lascialo cadere. Questo è particolarmente vero per una sciarpa. Questo può essere sostituito all’interno, se necessario, con una sciarpa riscaldante.

Camicette o camicie più leggere possono essere svernate con la biancheria intima giusta. Anche i semplici maglioni a collo alto sono una buona alternativa in inverno e possono essere completati con un blazer, se necessario. Se preferisci indossare collant più fini con una gonna o un vestito anche in inverno, puoi indossare un cappotto lungo per mantenere le gambe calde e comode.

A proposito, il nostro consiglio sui materiali per un outfit più casual è il velluto a coste! Grazie alla sua struttura ruvida, il tessuto è particolarmente adatto a isolare dal freddo, meglio del denim. Nella versione fine con coste strette, i pantaloni o le giacche in velluto a coste sembrano ancora molto eleganti.

Vestito adeguatamente per lo sport

Se sei attivo all’aperto in inverno, l’outfit deve affrontare sfide ancora più grandi. Che si tratti di jogging, ciclismo o altri sport all’aria aperta, se inizi a sudare, è importante che l’abbigliamento trasporti efficacemente l’umidità all’esterno e si asciughi rapidamente. È qui che i moderni tessuti funzionali hanno più senso. Di solito sono un po’ più elastici rispetto ad altri materiali e ti danno più libertà di movimento.

Inoltre, non dovresti vestirti troppo spesso in modo che il calore non si accumuli sotto i tuoi vestiti. Perché anche i materiali high-tech possono diffondere all’esterno solo una quantità limitata di sudore in breve tempo. Uno o due strati più sottili sono spesso sufficienti come efficiente imbottitura termica, poi una giacca softshell leggera, antivento e impermeabile è sufficiente come strato superiore. Con il principio della cipolla, puoi anche liberarti facilmente dall’uno o dall’altro strato dopo il riscaldamento.

Guanti leggeri aiutano a non perdere troppo calore attraverso le mani. È anche importante proteggere adeguatamente la testa e il viso. Una fascia è solitamente più utile di un cappello, poiché mantiene le orecchie piacevolmente calde e consente comunque un buon scambio di calore sopra la testa. Un leggero fazzoletto da collo o un cosiddetto buff tubolare riscalda la zona del collo e può anche essere tirato su sul viso quando si fa sport. Quindi ti protegge in qualche modo dall’aria fredda durante la respirazione.

Se sei in giro al buio, gli elementi riflettenti sui vestiti ti assicurano di essere visto meglio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.