Suggerimenti per contrastare i ladri di energia

Può essere la ragazza che continua a raccontarti del suo ottimo lavoro. E non chiede mai il nostro. Può essere la madre che continua a commentare non invitata sulla nostra vita relazionale, la collega che si lamenta costantemente di tutto e di tutti senza essere interessata alle soluzioni, o il partner che ci dà costantemente la sensazione che stiamo facendo qualcosa di sbagliato. “I vampiri energetici sono ovunque”, ha detto Judith Orloff, professoressa americana di psichiatria alla UCLA University di Los Angeles, in California. Dopo ogni incontro con queste persone, ci sentiamo a disagio, alternativamente prosciugato ed esausto o irritabile o depresso. Questi sbalzi d’umore sono i classici segni di essere nelle nostre vite tra coloro che ci circondano vampiri energetici sono al lavoro. “Possono letteralmente risucchiare il nostro ottimismo e la nostra compostezza”, afferma Judith Orloff.

Orloff osserva che le donne e gli uomini empatici che sono bravi a mettersi nei panni degli altri spesso cadono vittime di ladri di energia. Ma anche coloro che hanno difficoltà a stabilire dei limiti, vogliono sempre compiacere gli altri o hanno una bassa autostima sono a rischio. Di solito avvertiamo quando l’equilibrio in una relazione tra dare e avere è disturbato. Le persone che ci rubano energia sono spesso ferite in qualche modo, sottolinea lo psichiatra.

Potrebbero aver avuto genitori eccessivamente critici e perfezionisti e quindi trovare difetti negli altri. Oppure tutto nella vita è stato loro tolto e non hanno mai imparato ad assumersi la responsabilità di se stessi: poi si adattano al ruolo di vittima e chiedono costantemente aiuto agli altri. Prosciugando il potere degli altri, i ladri di energia compensano la propria debolezza e insicurezza. La maggior parte delle volte, non lo fanno apposta, dice Orloff. Ma consciamente o inconsciamente, ci sbilanciano. Ecco perché devi riconoscerli.

Caratteristiche da cui riconosci i polloni di energia

  1. Non accetti i tuoi limiti.
  2. Ti obbligano a giustificare.
  3. Ti fanno pressione con accuse, domande e insinuazioni.
  4. Si presentano come vittime o come intimidatori.
  5. Ti fanno sentire in colpa.
  6. Ti coinvolgono nei conflitti.
  7. I suoi pensieri ruotano spesso intorno a lei.
  8. Ti fanno impazzire.
  9. Non sei aperto alle critiche.
  10. Si sentono male, svuotati, colpevoli o addirittura aggressivi in ​​loro presenza.

Perché le persone diventano ladri di energia

In primo luogo è difficile spiegare come si diventa un tale ladro di energia. Spesso la ragione di ciò risiede nel passato. Le cause possono essere esperienze traumatiche, mancanza di amore e attenzione da parte dei genitori, sensi di colpa infondati o la manipolazione di un altro ladro di energia. I ladri di energia principalmente mancano della propria energia e del proprio coraggio. Cercano di tirarli fuori dal loro ambiente. Come strategia di difesa, cercano inconsciamente di compensare la loro autostima disturbata attraverso il loro comportamento. I borderliner sono spesso anche ladri di energia.

Tipologia di ladro di energia

Il narcisista

Parlare è la sua cosa preferita e preferisce farlo su se stesso. Spesso è al centro dell’attenzione a una festa. “I narcisisti possono essere molto attraenti all’inizio perché possono essere molto estroversi e divertenti”, spiega il professor Hans-Werner Bierhoff, psicologo sociale dell’Università di Bochum. Ma chiunque cada nella trappola di un narcisista conosce il lato spiacevole: i narcisisti vogliono attenzione e ammirazione. La maggior parte delle volte le conversazioni riguardano lei; ignorano o banalizzano i sentimenti e gli interessi degli altri. Ma se i nostri bisogni non vengono presi in considerazione, frustrazione e delusione si diffondono rapidamente: sentiamo che non stiamo ottenendo abbastanza e dobbiamo sempre dare. “Il motivo per cui i narcisisti sono così pericolosi è che mancano di empatia e hanno una capacità limitata di amare incondizionatamente”, avverte Judith Orloff.

Cosa aiuta? fissare i limiti!
In una relazione interpersonale, fin dall’inizio dovrebbero essere stabiliti dei confini chiari in modo che il narcisista non approfitti delle altre persone o addirittura le abbandoni. Un narcisista dovrebbe essere gentilmente informato quando il comportamento compiacente sta andando troppo oltre. Entrare in contatto è sempre la soluzione migliore.

Il maniaco del controllo

“Sai di cosa hai bisogno ora?” Così inizia una frase tipica del maniaco del controllo: una persona dominante che pensa di sapere meglio tutto. E gli piace farlo conoscere. Questi possono essere consigli per la nostra vita amorosa, dogmatismo nella vita di tutti i giorni e anche suggerimenti non richiesti su come perdere peso al meglio. I dipendenti dal controllo sono perfezionisti i cui standard nessuno può essere all’altezza.

Cosa aiuta? Mostra fiducia in te stesso!
Spesso aiuta contro i maniaci del controllo affermarsi un po’ e chiarire alla persona in una conversazione che il comportamento di controllo e di comando non sarà tollerato. Un’altra opzione è prendere le distanze dalla persona. Dovresti anche essere calmo con un maniaco del controllo ed evitare comportamenti linguistici aggressivi.

La vittima

Il lavoro è estenuante, il nuovo fidanzato è già partito e ora l’auto è rotta. È così che si lamenta la tipica vittima. Il messaggio: tutti sono contro di me, devi salvarmi ora. È lontano da questi succhiatori di energia assumersi le proprie responsabilità. All’inizio di una relazione estenuante con una vittima, c’è spesso l’impulso di aiutare. Ma può essere stressante sentire costantemente quanto è brutto il mondo: ci sentiamo esauriti. “Le persone così tendono a cercare qualcuno che sia molto socievole. Hanno bisogno di qualcuno che continui a salvarli e a risolvere i loro problemi”, spiega Meike Müller, coach e media trainer di Berlino.

Cosa aiuta? mostra intuizione!
Anche se è difficile e il lamento alla lunga diventa fastidioso. Cerca di essere perspicace e ascolta la persona. Dopo aver ascoltato, è importante cercare insieme una soluzione al problema di cui ci si lamenta.

Quello diviso

Nero o bianco, odio o amore e niente in mezzo: ecco come reagisce la doppia personalità. Questo è particolarmente faticoso nelle amicizie: vieni rapidamente cooptato come il tuo nuovo migliore amico e ti senti elevato al trono. Ma ti respinge altrettanto velocemente quando facciamo qualcosa con un altro amico. E chiunque osi criticarla cadrà nell’abisso del suo favore. Poi te lo fa sentire con esplosioni di rabbia o intrighi. Conseguenza: manteniamo le nostre vere convinzioni e sentimenti dietro le quinte perché temiamo la loro punizione e ci sentiamo decisamente intrappolati in questa amicizia. Perché se cerchi costantemente di mantenere la pace perché temi che l’altra persona ti odi e si vendichi, ti sentirai presto impotente a causa del tuo comportamento.

Cosa aiuta? Elimina le discrepanze!
Chiunque sia stato trattato ingiustamente e si senta ripetutamente abbandonato dovrebbe cercare urgentemente il dialogo. spettacoli ad es. Ad esempio, con una ragazza che continua a deluderti, non hai perspicacia, quindi dovresti chiederti se la distanza da questa persona non è la soluzione migliore.

Cosa fare contro il furto di energia?

Hai identificato una persona nella tua cerchia di conoscenti che ti trascina costantemente verso il basso emotivamente e hai già applicato i suggerimenti di cui sopra? Allora è il momento di decidere. Che si tratti di amici o familiari, metti in discussione urgentemente la tua relazione con questa persona. Segui questo schema:

Ci sono dei momenti positivi tra di voi?

Sì: Questi momenti sono sufficienti per mantenere viva l’amicizia? Se anche tu rispondi a questa domanda con sì, fai di nuovo una conversazione assolutamente chiara e chiarificatrice con questa persona. Spiegale chiaramente che sei attaccato all’amicizia ma non potresti andare oltre date le circostanze.

No: Se non ci sono più bei momenti tra di voi (più), non dovresti più mantenere questa amicizia e considerare di interrompere i contatti. Lascia che svanisca lentamente e incontra più persone che fanno bene a te come fonte di energia.

E se il ladro di energia fosse un collega?

Non puoi evitare la persona che continua a trascinarti giù? Soprattutto quando lavorate insieme, è tanto più importante avere una conversazione aperta e chiarificatrice. Hai già parlato e non aiuta? A volte vale la pena provare a chiedere a un terzo collega o capo di unirsi a te.

Se tutto questo ancora non aiuta, pensa a guadagnare distanza, nel peggiore dei casi anche con una nuova posizione o un lavoro completamente nuovo. Passiamo così tanto della nostra vita al lavoro che le conseguenze psicologiche a lungo termine non valgono la pena. Pensa a quanta sofferenza c’è dietro e se questa sarebbe una possibilità per te.

Cosa fare se il mio partner è un ladro di energia?

Se il tuo partner è un ladro di energia, probabilmente hai provato spesso a parlargli. Se continua a non cambiare, lascia che il tuo partner senta che non vedi quasi più alcun significato nella relazione. Forse l’esplosività lo renderà consapevole di quanto sia stretta la linea su cui cammina con il suo comportamento egoistico. Se mostra almeno qualche intuizione, la partnership ha ancora una possibilità. Presta attenzione a te stesso e alle tue esigenze anche qui. Distinguiti e proteggiti dal furto di energia.

Cosa fare se io stesso sono un ladro di energia?

Prima di tutto, è un buon segno che hai riconosciuto il fatto che sei un ladro di energia. Tutti possono mutare in un vampiro energetico di tanto in tanto. Ma non preoccuparti, c’è qualcosa che puoi fare al riguardo! Attracca con qualcun altro per consumare la sua energia se dovessi lavorare urgentemente sulla tua gioia di vivere. Mantieni la concentrazione su te stesso e sorridi, anche se non ne hai voglia in questo momento. Puoi anche fare una lista di gratitudine e scriverci sopra ogni sera le cose che ti hanno reso felice quel giorno. Rilassati e prova a goderti le piccole cose della vita. È anche utile se cerchi un hobby che serva da equilibrio alla vita stressante di tutti i giorni. Che ne dici di sport, per esempio? L’esercizio fisico è e rimane il modo migliore per allenarti davvero e distogliere la mente dalle cose. La terapia della parola può anche aiutare se non riesci a sfuggire alla spirale negativa da solo.

Qualsiasi altra cosa che possa indebolire la tua energia

Sì, non sono solo le persone che possono esaurire la tua energia. Altre cose quotidiane possono farti sentire rapidamente esausto. Questi includono, ad esempio, problemi di addormentamento, stress, noia, preoccupazioni e cose incompiute che hai rimandato da molto tempo. Una dieta malsana e poco esercizio fisico possono anche essere la causa del fatto che ti senti impotente.

Come posso prevenire il furto di energia?

Prevenire il furto di energia non è così facile! Spesso ci vuole una personalità forte e stabile per resistere alle energie negative. Lavora sulla tua cura di te stesso e cerca di prendere le distanze dai ladri di energia. Spesso aiuta se crei gioia di vivere dentro di te non rendendo la tua felicità dipendente dall’esterno. Impara a dire “no” e trascorri meno tempo possibile con le persone che non sono buone per te.

Leave a Reply

Your email address will not be published.