Stress mentale, stress e straordinari nell’home office

Stress mentale, stress e straordinari nell’home office

A causa del numero crescente di contagi, molte persone lavorano attualmente da casa, una misura che il Gabinetto federale ha specificato nell’ordinanza sulla salute e sicurezza sul lavoro. Questa è già stata prorogata più volte ed è provvisoriamente valida fino al 30 aprile. Obbliga i datori di lavoro a offrire l’home office per i dipendenti, a condizione che non vi siano ragioni operative impellenti in contrario. “Con l’estensione dell’ordinanza applicabile sulla salute e sicurezza sul lavoro, stiamo rafforzando la sicurezza sul lavoro e stiamo contribuendo in modo importante a frenare ulteriormente l’incidenza delle infezioni”, ha affermato il ministro federale del lavoro Hubertus Heil sul sito web del governo federale.

Elevate prestazioni di pressione e straordinari nell’home office

Da un lato, l’home office è un buon modo per svolgere il tuo lavoro come al solito proteggendo te stesso e le altre persone. Inoltre, non ci sono più tempi di percorrenza per i pendolari e offre ai dipendenti una certa flessibilità nel loro lavoro quotidiano. Tuttavia, ci sono anche lati oscuri nell’home office.

Per lo studio “AI@Work” commissionato dalla piattaforma di infrastruttura cloud Oracle, la scorsa estate sono state intervistate circa 12.000 persone provenienti da undici paesi sulla situazione lavorativa durante la pandemia di corona. Secondo lo studio, sette persone su dieci si sono sentite Il 2020 come l’anno più stressante per lavorare affatto. Più di tre quarti degli intervistati (78%) riferiscono che il loro benessere mentale è compromesso – in Germania, ben due terzi (68%) lo affermano. Nel complesso, i più colpiti sono i giovani. Circa il 41% degli intervistati ha affermato di dover affrontare fattori di stress come la pressione a svolgere o un carico di lavoro eccessivo ogni giorno al lavoro. Circa un terzo ha dichiarato di lavorare di più nell’home office e di fare più straordinari. Uno su quattro (25%) soffre di burnout a causa degli straordinari.

Ministero degli Interni: i confini tra lavoro e tempo libero si stanno sfumando

Secondo uno studio dell’Università tecnica (TU) Chemnitz in collaborazione con il Techniker Krankenkasse (TK), circa il 60 per cento degli intervistati ha dichiarato che i confini tra lavoro e vita privata sono sfumati quando si lavora da casa. Più di uno su quattro (27%) lo percepisce come un peso.

Lavorare da casa: stress per le madri che lavorano

Direttore degli Studi Professore Dott. Bertolt Meyer della Chemnitz University of Technology ha dichiarato: “Guardando a un periodo di tempo più lungo, è evidente che donne lavoratrici sentirsi esausto dal doppio peso dell’ufficio domestico con i bambini piccoli”. Soprattutto in tempi in cui le restrizioni legate alla corona sono particolarmente rigide e, ad esempio, gli asili nido e le scuole sono chiusi, il peso per le persone colpite è particolarmente forte.

Suggerimenti per lavorare con successo da casa

dott Sai-Lila Rees dell’Institute for Occupational Health Consulting (IFBG): “Uno dei prerequisiti più importanti quando si lavora a distanza è una cultura della fiducia. I dipendenti vogliono anche fare un buon lavoro a casa. La fiducia da parte del datore di lavoro assicura motivazione”. Per lavorare da casa in modo produttivo e sano, il posto di lavoro deve disporre delle giuste attrezzature tecniche ed ergonomiche. Inoltre, la comunicazione e gli aspetti sociali contribuiscono al successo dell’home office. Le riunioni di lavoro digitali tramite team, zoom e co dovrebbero quindi svolgersi regolarmente. Rees consiglia alcuni tandem collaborativi. “Quindi hai sempre un collega con cui puoi scambiare idee su base regolare.”

Per molti dipendenti è una sfida separare lavoro e tempo libero. Pertanto, attenersi a strutture fisse e iniziare al solito orario, fare delle pause e essere puntuali quando finisci il lavoro. Anche se i pantaloni da jogging sono comodi, vestiti in casa come faresti normalmente per lavoro. A causa della pandemia della corona e della soluzione per l’home office, il Il movimento è trascurato e il mal di schiena è inevitabile dovrebbe uscire durante la pausa pranzo o dopo il lavoro. Cammina dai 30 ai 60 minuti al giorno, fai jogging nel parco o vai in bicicletta. Alzati in piedi regolarmente durante il lavoro e allunga la schiena per contrastare la lombalgia.

chi stesso aiuto professionale, psicologico la ricerca può trovare supporto online. Diverse compagnie di assicurazione sanitaria come Barmer, AOK o TK offrono programmi di auto-aiuto come misura ponte o di supporto. Fornitori come My7steps consentono la terapia psicologica online a breve termine sui temi dello stress, della depressione, dell’ansia o della depressione.

Video: consigli per lavorare da casa

Leave a Reply

Your email address will not be published.