Sintomi, trasmissione e trattamento del virus del vaiolo delle scimmie

Sintomi, trasmissione e trattamento del virus del vaiolo delle scimmie

Crescono le preoccupazioni per una nuova pandemia dopo i primi casi di virus del vaiolo delle scimmie sono stati segnalati in Germania. Il Ministero federale dell’istruzione e della ricerca (BMBF) e il Robert Koch Institute (RKI) forniscono risposte alle domande più importanti sul virus del vaiolo delle scimmie. Abbiamo raccolto per te le informazioni più importanti:

Qual è il virus del vaiolo delle scimmie?

Il virus del vaiolo delle scimmie è una malattia virale nelle scimmie correlata al vaiolo eradicato (Variola major). Il virus del vaiolo delle scimmie è una malattia zoonotica: come il coronavirus, l’agente patogeno viene trasmesso dagli animali all’uomo. Il vaiolo delle scimmie provoca negli esseri umani una lieve malattia simile al vaiolo.Secondo il BMBF, ogni decimo malattia non trattata finisce con la morte. Quando si diffonde in Europa, viene trasmesso il tipo di virus dell’Africa occidentale. Gli esperti valutano la sua letalità inferiore rispetto ai precedenti focolai sporadici in Africa centrale e occidentale. “Secondo le attuali conoscenze, un rischio per la salute della popolazione generale in Germania è valutato come basso”, secondo l’RKI.

Segni del virus del vaiolo delle scimmie

Il periodo di incubazione per il virus del vaiolo è compreso tra sette e 21 giorni. Secondo l’RKI, i seguenti sintomi possono verificarsi in caso di infezione da vaiolo delle scimmie:

  • Febbre
  • Mal di testa, muscoli e schiena
  • Linfonodi ingrossati
  • Eruzione cutanea, le cosiddette efflorescenze cutanee (fioriture della pelle), che compaiono prima sul viso e poi si diffondono in altre parti del corpo. Come l’RKI sa dai casi attuali, il cambiamento della pelle può inizialmente diffondersi nell’area urogenitale.

Come riportato dal Robert Koch Institute, la trasmissione da persona a persona è rara e possibile solo a stretto contatto, ad esempio attraverso il contatto con fluidi corporei e croste come la crosta o nel contesto del contatto sessuale. È anche possibile la trasmissione attraverso le secrezioni respiratorie escrete. Allo stesso modo tramite infezioni da striscio, ad esempio tramite vestiti, lenzuola o asciugamani.

Trattamento del vaiolo delle scimmie

Il decorso della malattia è lieve rispetto al vaiolo umano. Le persone colpite di solito guariscono entro diverse settimane. Un farmaco contenente l’agente antivirale tecovirimat è stato recentemente approvato per il trattamento del vaiolo delle scimmie. Al fine di prevenire al meglio la diffusione, l’isolamento e la quarantena delle persone infette possono essere considerate misure potenziali: una decisione in merito da parte del ministro federale della salute Karl Lauterbach è ancora in sospeso.

Una vaccinazione generale contro il vaiolo protegge dall’infezione con il virus del vaiolo delle scimmie. Tuttavia, la vaccinazione era obbligatoria nella Germania Ovest fino al 1975 e fino al 1982 nella Germania Est. Come riportato da tagesschau.de, Frank Ulrich Montgomery, presidente della World Medical Association, ha sostenuto che le generazioni più giovani dovrebbero ricevere una vaccinazione per il vaiolo.

Interessante anche: Varicella – sintomi e cura >>

Leave a Reply

Your email address will not be published.