Perché dovresti prendere un cucchiaio di olio di lino ogni giorno

L’olio di lino è un olio vegetale di altissima qualità che si ottiene dai semi di lino. Spremuto a freddo, ha un sapore leggermente acidulo. A causa del suo colore, viene spesso chiamato oro liquido etichettato – e lo è davvero! Quasi nessun altro olio è salutare come l’olio di lino.

Acidi grassi Omega-3: ecco perché l’olio di semi di lino è così salutare

L’olio di lino è uno dei migliori fornitori di acidi grassi omega-3. I semi di lino da cui è fatto l’olio hanno un aspetto così alto contenuto di omega-3che solo poche quantità giornaliere sono sufficienti per fornire al nostro corpo questo acido grasso insaturo molto salutare. L’olio salutare contiene anche più acidi grassi omega-3 rispetto ad alcuni tipi di pesce.

Inoltre, l’olio di lino contiene una quantità eccezionalmente grande di Acido alfa-linolenico variante Omega-3 – vale a dire un intero 45-70 per cento. Questo acido alfa-linolenico è un nutriente essenziale che il corpo non può produrre da solo. Nell’ambito di uno studio, scienziati americani hanno scoperto che l’acido alfa-linolenico contenuto nell’olio di lino ha un effetto positivo sui livelli di colesterolo. Le persone del test che avevano consumato un cucchiaio di olio di lino e tre fette di pane di lino al giorno per un periodo di tre mesi sono state in grado di aspettarsi livelli significativamente ridotti di colesterolo totale e colesterolo LDL.

Consiglio: Qui troverete un apprezzato pane ai semi di lino di Alnatura>>

Oltre a migliorare i livelli di lipidi nel sangue, l’acido alfa-linolenico può anche inibire l’infiammazione e regolare la pressione sanguigna, prevenendo così malattie come infarti, ictus e trombosi. Gli acidi grassi Omega-3 hanno anche un effetto particolarmente positivo sul sistema cardiovascolare, sulla digestione, sui livelli di zucchero nel sangue e sul cervello. Si dice anche che l’olio di semi di lino aiuti a prevenire la depressione. Fin dall’antichità, l’olio di lino è stato utilizzato anche per curare problemi digestivi come dolori addominali o diarrea. Un vero superfood, vero?

Come applicare l’olio di lino

Per una vera spinta alla salute, molte persone giurano Consumare un cucchiaio di olio di semi di lino puro ogni giorno – subito dopo essersi alzati ea stomaco vuoto. Circa 10 grammi, ovvero uno o due cucchiaini di olio di lino dovrebbero coprire il fabbisogno giornaliero di acidi grassi omega-3.

L’olio di lino non è adatto per la frittura

Tuttavia, se preferisci integrare l’olio di lino nei tuoi piatti, dovresti farlo solo nella cucina fredda. Sfortunatamente, gli acidi grassi dell’olio di lino non sono tollerati a causa della loro composizione chimica senza alte temperature. Non dovresti quindi usare l’olio di lino per friggere. Oli salutari alternativi che puoi usare anche ad alte temperature sono, ad esempio, l’olio di oliva e di colza.

Tuttavia, l’olio salutare è ottimo nei condimenti per insalate e nelle salse. Un altro vero classico sono le patate al cartoccio con quark e olio di lino. Se assumi l’olio di lino con un pasto ricco di proteine, puoi aumentare ulteriormente le sue proprietà positive.

Consiglio: Qui troverai un olio di lino molto apprezzato >>

Acquista olio di lino: fai attenzione alla qualità biologica

Quando acquisti olio di lino, dovresti prestare attenzione alla qualità biologica. Gli oli organici particolarmente spremuti a freddo contengono ingredienti preziosi. Inoltre, non vi è alcun rischio che contengano pesticidi o altri ingredienti discutibili.

Conservazione e durata di conservazione dell’olio di lino

È bene acquistare sempre l’olio di lino in piccole quantità, poiché una volta aperto si conserva all’interno del frigorifero dovrebbe essere consumato in quattro o sei settimane. Ciò è dovuto principalmente agli acidi alfa-linolenici. Se viene conservato troppo a lungo, assume un sapore leggermente amaro. Non dovresti mai comprare l’olio di semi di lino sfuso, poiché dura solo circa due o tre mesi dopo la produzione. È meglio conservare le bottiglie non aperte in una dispensa fresca e buia.

Puoi riconoscere l’olio cattivo da un odore sgradevole. Invece di un aroma di nocciola, l’olio può assumere un sapore rancido e leggermente di pesce. Puoi ancora usare olio non commestibile per la cura dei mobili in legno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.