Febbre dopo la vaccinazione antinfluenzale: devi saperlo

Il Comitato permanente per le vaccinazioni (STIKO) del Robert Koch Institute (RKI) consiglia alle persone con più di 60 anni, alle donne incinte, ai malati cronici, ai residenti di anziani e case di cura e alle persone che hanno molti contatti umani sul lavoro di avere un’influenza annuale vaccinazione in autunno. Può ridurre il rischio di infezione da influenza e proteggere da un decorso grave.

Vaccinazione antinfluenzale: possono verificarsi queste reazioni vaccinali

La vaccinazione antinfluenzale è considerata molto ben tollerata. Quando un vaccino inattivato iniettato, possono verificarsi reazioni locali nel sito di iniezione. All’a vaccino vivosomministrato come spray nasale può causare una congestione nasale temporanea. Indipendentemente dal vaccino, dopo la vaccinazione possono verificarsi reazioni vaccinali assomigliano al comune raffreddore e che mostrano che il tuo sistema immunitario ha a che fare con il vaccino. “Di norma, questi sintomi scompaiono senza conseguenze entro uno o due giorni”, afferma il Robert Koch Institute.

I sintomi includono stanchezza, mal di testa e dolori muscolari o febbre, che di solito possono manifestarsi poche ore dopo la vaccinazione.

Febbre dopo la vaccinazione antinfluenzale: questi rimedi casalinghi aiutano

La febbre può essere abbassata con rimedi casalinghi. Poiché sudi di più, devi bere molto per compensare la maggiore perdita di liquidi. Tisane e acqua sono buone scelte. Il classico tra i collaudati consigli contro la febbre sono gli impacchi ai polpacci. Gli impacchi freddi abbassano la temperatura corporea. Anche i lavaggi sono piacevoli e rinfrescanti. Con un asciugamano, la persona febbricitante viene abrasa dall’alto verso il basso. Fedele al motto “il sonno è la migliore medicina”, dovresti dare al tuo corpo e a te stesso abbastanza riposo per ricaricare le batterie.

Antidolorifici dopo il vaccino antinfluenzale

Se la tua temperatura supera i 39 gradi, puoi assumere antidolorifici che riducono la febbre come ibuprofene, paracetamolo o aspirina. Idealmente, non dovresti assumere antidolorifici come misura preventiva o subito dopo la vaccinazione, poiché il farmaco contiene gli enzimi COX1 e COX2, che rilasciano sostanze messaggere antidolorifiche e antinfiammatorie e in determinate circostanze possono ridurre la formazione di anticorpi e quindi l’effetto vaccinale

Quando dal dottore? Se hai la febbre che dura diversi giorni, il sito di iniezione è gonfio e surriscaldato, o ti senti gravemente malato, dovresti consultare un medico.

Leave a Reply

Your email address will not be published.