Dieta MIND: 4 alimenti contro la demenza

Qual è la dieta MIND?

Le diete hanno una cattiva reputazione. Molte persone associano la parola “dieta” alla rinuncia e alla fame. Il termine si riferisce a nient’altro che a una “forma di alimentazione”. Lo scopo della dieta è ciò che rende una dieta ciò che è. Se vuoi dimagrire velocemente e molto, spesso devi farne a meno e talvolta provare fame. Tuttavia, molte diete mirano principalmente a benefici per la salute e hanno lo scopo di aiutarci a mantenere un peso normale, fornirci nutrienti equilibrati e sostenere il nostro sistema immunitario.

La dieta MIND non riguarda i deficit calorici. Il peso gioca solo un ruolo secondario. Lo scopo della dieta è proteggere il nostro cervello e le cellule nervose dagli effetti negativi dell’invecchiamento. La dieta è stata sviluppata esplicitamente per la prevenzione della demenza e dell’Alzheimer da medici praticanti ed esperti di nutrizione presso l’American Rush University Hospital. Basandosi sulla dieta mediterranea e sulla dieta DASH, i ricercatori hanno sviluppato una forma di alimentazione destinata a proteggere in modo specifico dalle malattie degenerative come l’Alzheimer. Sia la dieta mediterranea che la dieta DASH, che abbassa la pressione sanguigna, sono noti per avere effetti positivi sulla nostra salute cognitiva. Il team del Rush University Hospital ha ora elaborato tutti gli aspetti delle due diete particolarmente benefiche per la salute del cervello in un nuovo concetto nutrizionale chiamato “MIND”.comprensione“). In uno studio, i ricercatori sono stati anche in grado di dimostrare che la dieta funziona e può effettivamente rallentare le malattie cognitive degenerative. I soggetti che hanno mangiato rigorosamente secondo i principi MIND sono stati in grado di rallentare il declino cognitivo di circa 7,5 anni. Naturalmente, i risultati ora devono essere replicati e confermati da ulteriori indagini.

Questi 10 alimenti sono particolarmente benefici per la salute del cervello in età avanzata e vengono consumati regolarmente, nella migliore delle ipotesi quotidianamente:

  • Verdure a foglia e verdure
  • noci e frutti di bosco
  • fagioli
  • pieno fiore
  • Pesce e pollame
  • olio d’oliva
  • vino

Il consumo di questi 5 alimenti è dannoso per le prestazioni del cervello in età avanzata e da evitare il più possibile, ma almeno ridotti ad un massimo di un pasto a settimana:

  • carne rossa
  • burro e margarina
  • formaggio
  • pasticcini e dolci
  • Cibo fritto

Leave a Reply

Your email address will not be published.