Combattere l’infiammazione nel corpo: cosa aiuta?

4. Muoversi nella vita di tutti i giorni e fare sport

L’esercizio e lo sport sono l’ideale per la riduzione del peso! Le malattie cardiovascolari vengono prevenute, il corpo è rafforzato e più resiliente, in modo che rimanga in forma fino alla vecchiaia. Oltre a uno sport preferito, dovrebbero essere aumentati anche i movimenti quotidiani, ad es. B. camminando regolarmente, salendo le scale o andando in bicicletta.

Consiglio: La classica passeggiata digestiva abbassa il livello di zucchero nel sangue dopo aver mangiato, prevenendo efficacemente infiammazioni e diabete. Uno è abbastanza per questo 20 minuti di camminata veloce dopo ogni pasto!

5. Prestare attenzione alla durata e alla qualità del sonno

Per alleviare lo stress e rigenerare il corpo, un buon sonno è fondamentale almeno sette ore importante. Inoltre, un sonno sufficiente regola la sensazione di fame e sazietà, in modo da essere meno inclini alle voglie. Mangia il tuo ultimo pasto almeno due ore prima di coricarti per migliorare la qualità del sonno. Se lo stomaco e l’intestino sono impegnati a digerire il cibo di notte, la qualità del sonno ne risente enormemente.

Utile anche: con questo esercizio ti addormenti in 60 secondi >>

6. Riduci lo stress

Nella vita ci sono sempre alti e bassi. Per non cadere in un buco profondo ogni volta che diventa un po’ più difficile o stressante, a gestione dello stress importante. Fasi di rilassamento, yoga, meditazione o semplicemente qualcosa che fa bene al corpo e alla mente riducono lo stress e prevengono così abbuffate, obesità e infiammazioni silenziose.
Leggi 9 consigli efficaci contro lo stress qui >>

7. Potenzia il tuo sistema immunitario con prebiotici e probiotici

L’assunzione di batteri lattici rafforza la flora intestinale e quindi il sistema immunitario. Pertanto, usa regolarmente yogurt naturale, kefir, crauti, miso o kombucha. Inoltre, consulta il tuo medico sulle possibili cure probiotiche.

Interessante anche: così i probiotici assicurano un intestino sano >>

8. Smetti di fumare

Smettere di fumare è uno dei cambiamenti comportamentali più difficili nella vita. Tuttavia, fumare sigarette aumenta l’infiammazione dei polmoni e del resto del corpo. È quindi meglio chiedere aiuto per smettere di fumare il più facilmente possibile: troverai molte informazioni utili su rauchfrei-info.de e un gruppo di auto-aiuto nella tua zona potrebbe fornire il necessario supporto emotivo. Anche con il passaggio a un’alternativa meno dannosa fai qualcosa di buono per il tuo corpo, ad esempio con uno scalda tabacco di IQOS. Dopotutto, viene prodotto il 95% in meno di sostanze inquinanti rispetto al fumo di sigaretta.

9. Evitare il consumo regolare di alcol

L’alcol è anche una delle sostanze pro-infiammatorie, poiché la tossina cellulare aumenta la quantità del cosiddetto Proteina C-reattiva (CRP) aumenta nel sangue. La PCR è un classico marker infiammatorio che indica infezione, danno tissutale e infiammazione nascosta o cronica nel corpo. Il consumo regolare di alcol, in particolare, ha un effetto infiammatorio sul tuo corpo e danneggia anche il fegato e il pancreas. Inoltre, c’è l’elevata densità calorica di 7 calorie per grammo, che promuove l’obesità, che a sua volta alimenta l’infiammazione. Le bevande alcoliche miste o i cocktail sono altrettanto dannosi, poiché contengono anche grandi quantità di zucchero oltre all’alcol. Se sei soggetto a infiammazioni, dovresti quindi essere ancora più moderato con le bevande alcoliche.

video: dott Riedl dà consigli sulla nutrizione antinfiammatoria

Nutrizionista Dott. Matthias Riedl (@drmatthiasriedl) ha il 4.5. ha risposto alle tue domande scottanti sulla frustrazione per la perdita di peso sul nostro account Instagram (@vital_magazin). Dal minuto 25:10 si parla di nutrizione antinfiammatoria per artrosi & Co. con il dott L’app nutrizionale “myFoodDoctor” di Riedl ti consente anche di cambiare la tua dieta a lungo termine e renderla più sana.

Leave a Reply

Your email address will not be published.