Alta sensibilità: riconoscere i segni e imparare a gestirli

Alta sensibilità: riconoscere i segni e imparare a gestirli

Ci sono solo poche persone in più intorno a te o sei pazzo per il rumore della strada, le luci lampeggianti o una combinazione di queste cose tutte in una volta? Oppure incontri altre persone e capisci subito il loro stato emotivo? Se è così, potrebbe essere che sei molto sensibile. Ma cos’è esattamente?

Alta sensibilità: come la riconosci?

La psicologa americana Elaine Aron ha coniato il termine alta sensibilità negli anni ’90. secondo lei circa il 20 per cento della popolazione altamente sensibile, quindi percepire gli stimoli dall’ambiente più fortemente di altri. Secondo lo psicologo, l’alta sensibilità non è una malattia, ma un tipo speciale di Elaborazione dello stimolo nel sistema nervoso. Piuttosto, è un tratto caratteriale che le persone colpite non possono perdere.
Le persone colpite reagiscono ad es. B. sensibile ai suoni e agli odori, oltre che alla luce. Soffrono rapidamente di sovraccarico sensoriale, ad esempio se c’è un rumore costante, le persone parlano tra loro e poi i telefoni squillano. Altri, invece, sono stressati dalla folla ai concerti o durante lo shopping. Allo stesso tempo, le persone altamente sensibili sono particolarmente sensibili e sensibili con un alto grado di empatia perché possono cogliere più rapidamente l’umore delle altre persone.

nel vita quotidiana e nella società Le persone altamente sensibili spesso incontrano una mancanza di comprensione o talvolta addirittura un rifiuto perché percepiscono le cose in modo diverso rispetto agli estranei o hanno esigenze diverse in determinate situazioni. Secondo Aron, potrebbe essere a causa degli atteggiamenti culturali dei paesi occidentali che la sensibilità sia ancora vista come qualcosa di negativo.

Possibili segni di alta sensibilità

  • percezione del dolore più forte

  • Rumori, odori o luci intense sono percepiti come inquietanti o insopportabili

  • Tendenza ad essere esausti e sopraffatti
  • Diligenza, coscienziosità, completezza ad es. B. durante il completamento delle attività
  • perfezionismo
  • Avversione al conflitto, preferenza per l’armonia
  • Il multitasking è difficile
  • tendenza a stare da solo
  • Tendenza alla premura e all’introversione
  • nervosismo
  • Testare ansia e nervosismo, ad es. B. quando gli altri ti guardano lavorare
  • maggiore sensibilità
  • piuttosto introverso come comportamento estroverso
  • creatività pronunciata
  • alto entusiasmo
  • forte suscettibilità agli stati d’animo altrui

Più questi segni si applicano a te, maggiore è la probabilità che tu sia altamente sensibile. Tuttavia, i sintomi possono variare in gravità.

Cause di alta sensibilità

a L’alta sensibilità non è una malattia, ma piuttosto a tratto di personalità, che viene ereditato. bambini, quello Le persone predisposte all’elevata sensibilità hanno maggiori probabilità di sviluppare questa caratteristica quando sono più esposte a determinati stimoli ambientali.

I ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica per esaminare diverse aree del cervello di persone altamente sensibili e hanno scoperto che è visibile una maggiore attivazione della corteccia insulare. Parte del cervello – anche “sede della coscienza” chiamato – che è associato all’elaborazione dei vari stimoli sensoriali. Per colpa di Modello di attivazione nel cervello, i ricercatori sono stati in grado di determinare che le persone altamente sensibili possono percepire sentimenti positivi, ma anche negativi degli altri più della persona media.

Diagnosi di alta sensibilità

Poiché l’ipersensibilità non è una malattia, il nome esatto e l’esistenza del fenomeno sono controversi tra gli scienziati. È indubbio che le persone possono, in linea di principio, reagire in modo molto diverso agli stimoli.
Per diagnosticare un’elevata sensibilità, a questionario utilizzato, che viene compilato con le autodescrizioni dell’interessato. Il documento si basa sull’esempio della ricercatrice Elaine Aron. Lo svantaggio di questa variante è il rischio di confusione con altre malattie mentali, come i disturbi d’ansia. Tuttavia, poiché la ricerca su questo argomento è ancora agli inizi, non esiste ancora un’alternativa adatta.

Il test ad alta sensibilità

Per determinare l’elevata sensibilità, Elaine Aron ha sviluppato un test in cui le persone rispettivo grado di accordo per 27 dichiarazioni come “stimoli forti come rumori forti o scene caotiche mi danno molto fastidio”. Il test può essere suddiviso in tre componenti:

  1. La prima componente è la facile eccitabilità, caratterizzata dall’essere rapidamente sopraffatta da richieste interne ed esterne.
  2. La seconda componente, la sensibilità estetica, descrive la suscettibilità agli stimoli.
  3. La terza componente, la soglia di percezione bassa, si esprime in un’eccitazione sensoriale che viene percepita come sgradevole quando si tratta di stimoli esterni.

Trattare con alta sensibilità

Per un estraneo, le persone con un’elevata sensibilità possono essere percepite come complicate e asociali. Tuttavia, questa qualità non è solo una maledizione, ma può anche essere una benedizione se gestita correttamente.

accettazione

Per prima cosa: accetta l’elevata sensibilità e il fatto che ti senti e reagisci in modo diverso dagli altri. A seconda della tua sensibilità, dovresti prenderti del tempo per te stesso e riposare senza isolarti completamente dagli altri. Una sana via di mezzo è la soluzione migliore.

amore per se stessi
Imparare ad amare te stesso non avviene dall’oggi al domani, ci vuole tempo e continuità. Invece di voler conformarti alle norme della società e sminuire i tuoi sentimenti, dovresti imparare ad accettare e amare i tratti del tuo carattere. Anche se all’inizio può essere difficile, le sensazioni non sono una debolezza di cui vergognarsi, sono semplicemente una parte di ciò che sei.

Lascia riposare la testa
Molte persone altamente sensibili meditano e analizzano molto. Il movimento è essenziale per il riposo del cervello. Pertanto, esercitati regolarmente, fai yoga o fai almeno una passeggiata di riposo ogni giorno.

Affronta l’alta sensibilità

Si dice che chi evita situazioni sempre più stressanti diventi ancora più sensibile. Invece di nasconderti nelle tue quattro mura, dovresti affrontare i tuoi fattori scatenanti senza sovraccaricarti. Vai ad es. Ad esempio, vai a una festa o fai qualcosa che ti esponga ai tuoi fattori scatenanti. Dopo, concediti un po’ di riposo e una pausa. Di conseguenza, il corpo e la psiche imparano ad affrontare meglio tali situazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.